Come viene valutato il cioccolato?

Benoit
Aggiornato il 22/10/21 da Benoit

Yuka usa cinque criteri per valutare le tavolette di cioccolato:

1) L'equilibrio nutrizionale rappresenta il 35% del punteggio

Il metodo di calcolo è basato su quello del Nutri-Score. Questo metodo prende in considerazione i seguenti elementi: calorie, zuccheri, sale, grassi saturi, proteine, fibre, frutta e verdura. Il regolamento d'uso è disponibile qui.

2) La percentuale di cacao rappresenta il 25% del punteggio

Più alto è il contenuto di cacao del cioccolato, maggiori sono le sue proprietà antiossidanti e più è ricco di magnesio.

3) L'analisi degli additivi rappresenta il 20% del punteggio

Il punto di riferimento è basato sullo stato della scienza attuale. Teniamo conto delle opinioni di EFSA, ANSES, IARC ma anche di molti studi indipendenti.

In base ai differenti studi esistenti, ogni additivo è associato a un livello di rischio: senza rischi (disco verde), rischio limitato (disco giallo), rischio moderato (disco arancione), a rischio (disco rosso).

I dettagli del rischio associato a ogni additivo, nonché le relative fonti scientifiche, sono indicati nell'app.

4) La dimensione biologica rappresenta il 10% del punteggio

Si tratta di un bonus concesso ai prodotti considerati biologici, cioè quelli con un'etichetta ufficiale nazionale o europeo. Permettono di evitare i pesticidi chimici e gli additivi più controversi.

5) Il tipo di burro usato rappresenta il 10% del punteggio

Un cioccolato "puro burro di cacao" ottiene un bonus di 10 punti.

Quest'ultimo criterio è solo qualitativo e non è legato al valore nutrizionale o all'impatto sulla salute.

Questo articolo ti è stato utile?