Come viene analizzato il biossido di titanio da Yuka?

Ophélia
Aggiornato il 13/9/21 da Ophélia

Il biossido di titanio è un minerale composto da ossigeno e titanio. Ha numerose applicazioni: lo troviamo nell'alimentazione, nei prodotti cosmetici e anche nei medicinali.

Nei cosmetici, viene utilizzato come colorante bianco nei dentifrici e anche nelle creme. Viene inoltre utilizzato come filtro anti-UV in numerose creme solari.

La valutazione del il biossido di titanio non è la stessa se questo è presente in forma nano o non nano:

- La menzione [nano] tra parentesi è obbligatoria quando il biossido di titanio è presente sotto forma di nanoparticelle nella composizione di prodotti. È il biossido di titanio sotto forma di nanoparticelle ad essere più problematico perché queste molecole molto piccole possono superare diverse barriere fisiologiche, come la barriera cutanea, ed entrare nel corpo. Per questo motivo è classificato come rischio elevato (disco rosso).

- Il biossido di titanio non nano è classificato come a basso rischio (disco giallo), perché le particelle sarebbero troppo grandi per penetrare la pelle durante l'applicazione cutanea.

- Il biossido di titanio non nano potrebbe causare problemi se ingerito. Questo è il motivo per cui viene classificato come rischio moderato (disco arancione) nell'analisi dei dentifrici per bambini.

Questo articolo ti è stato utile?